La pelle del bambino è sensibile e delicata, naturalmente...

Scopri l'evoluzione della pelle del tuo bambino e come curarla al meglio

L'evoluzione della pelle

Lo sviluppo della pelle inizia già nei primi mesi di gravidanza e prosegue nei primi anni di vita del bambino.

La cute continua ad evolvere naturalmente, migliorando sempre di più la sua funzione barriera nei confronti dell’ambiente esterno.

la-pelle-del-bambino-1

La protezione naturale nella pancia della mamma

Durante l’ultimo trimestre di gravidanza la pelle è protetta dalla “vernix caseosa”, una sottile patina di colore bianco-giallastro composta da acqua, cere e sostanze lipofile ad azione protettiva. Questa protezione naturale si perde nei primi giorni di vita.

Alla nascita la pelle è naturalmente fragile e delicata ed è quindi più soggetta a disidratazione e irritazioni. Tre sono le principali differenze rispetto a quella dell’adulto:

la-pelle-del-bambino-2
la-pelle-del-bambino-4

La pelle è più sottile

Quindi più vulnerabile e permeabile alle sostanze estranee circa tre volte in più rispetto all’adulto. 

la-pelle-del-bambino-5

La pelle è più secca

La cute produce una minore quantità di grassi cutanei e possiede una regolazione dell’idratazione non ottimale che la rende più secca e disidratata. 

la-pelle-del-bambino-6

La pelle è più sensibile

Alla nascita il pH meno acido della pelle del neonato contrasta in minore misura le eventuali irritazioni.