Cura e Benessere

Congedo Paternità

Quanti giorni spettano e come richiedere il congedo di paternità per i lavoratori dipendenti

CONGEDO_PATERNITA

Veder crescere il proprio figlio nei suoi primi mesi di vita è un’esperienza di grande importanza per ogni genitore. Dal rientro a casa con il neonato, ai tanti momenti speciali insieme al piccolo, si tratta di un periodo ricco di sensazioni nuove che è fondamentale vivere in famiglia. Per questo, non solo la mamma, ma anche il papà possono decidere di prendersi una pausa dal lavoro per stare con il proprio figlio. Vediamo come usufruire di questi giorni e come fare la domanda di paternità.

 

Quando è possibile usufruire del congedo parentale

Il congedo obbligatorio di paternità è fruibile entro il quinto mese di vita del bambino, sia durante il periodo di maternità della mamma o anche successivamente purché entro i limiti temporali sopra indicati. Tale congedo è autonomo ed è quindi in aggiunta a quello della mamma.

 

Congedo obbligatorio: quanti giorni di paternità

Ai padri lavoratori spettano sette giorni che possono essere utilizzati anche non in modo continuativo, in caso di parto, adozione, affidamento avvenuto dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

 

Congedo facoltativo

Diverso è invece il discorso in caso di congedo facoltativo che invece è in alternativa a quello della mamma: in questo caso il giorno utilizzato dal padre viene tolto da quello della madre, che decide quindi di finire un giorno prima il periodo di maternità facoltativa. Anche in questo caso è usufruibile contemporaneamente all’astensione della madre ed è utilizzabile entro cinque mesi dalla nascita del figlio (o dall’ingresso in famiglia in caso di adozioni o affidi sia nazionali che internazionali).

 

Quanto spetta di paternità

Il padre lavoratore dipendente ha diritto per i giorni di congedo obbligatorio e facoltativo ad un’indennità giornaliera a carico dell’INPS pari al 100% della retribuzione.

 

Quando e come fare la domanda per la paternità

Il papà lavoratore deve inoltrare la domanda di congedo al proprio datore di lavoro almeno 15 giorni prima dell’inizio del periodo di astensione lavorativa. Se si usufruisce di questo diritto in concomitanza con la nascita si tiene conto della data presunta del parto.

La domanda può essere inoltrata in diversi modi:

In caso di pagamento a conguaglio:

  • in forma scritta direttamente al proprio datore di lavoro;

Con pagamento diretto da parte dell’INPS:

  • Online, attraverso il servizio dedicato
  • Attraverso i numeri telefonici sia da rete fissa che da mobile
  • Tramite gli enti patronati e intermediari dell’Istituto e attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Sullo stesso argomento

TEMPI DI CONSEGNA
Consegna in 3 giorni lavorativi
SODDISFATTI O RIMBORSATI
Paghiamo noi le spese di consegna per ordini superiori ai €49,90. Se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile.
RACCOMANDATO
Il 95% dei clienti consiglierebbe l'acquisto sullo Shop Online.