Cura e Benessere

L'ansia da separazione

Intorno all’ottavo mese il bambino impara a riconoscere i volti delle persone care che si occupano di lui. Di conseguenza, l’estraneo lo spaventa poiché non è conosciuto. Ciò suscita in lui timore.

distacco

Accanto a questa emozione definita “paura dell’estraneo”, il bambino sviluppa anche l’ansia di separazione da quei volti noti, in particolare dalla figura materna con la quale ha stabilito un legame unico e una comunicazione affettiva anche attraverso le coccole e l’allattamento.

Il bambino teme - anche solo se la mamma si sposta da una stanza all’altra - di non rivederla più e di venire abbandonato.

Da questo momento in poi, per la mamma in particolare, non sarà così semplice lasciare il bimbo per qualche ora. Ma ciò è necessario per aiutarlo a vincere l’ansia da separazione dalla mamma e a sviluppare capacità di adattamento, per imparare a stare anche con altre persone.

Ansia da separazione bambini cosa fare?
Il miglior modo per aiutare il bambino ad affrontare serenamente la separazione è quello di creare la giusta distanza tra la sua autonomia e la sua capacità di farcela: se la sua preoccupazione è forte e assomiglia a disperazione che perdura nel tempo, forse il bambino non è ancora in grado di tollerare il distacco dalla figura materna.

Se il suo pianto è consolabile dalla persona adulta che lo accudisce nel momento di separazione, e poi termina, allora il bambino ha capito che dopo un iniziale smarrimento è in grado di alzarsi e cominciare una nuova esplorazione, anche senza la mamma.

Potresti essere interessato a

PhysioForma Light 6-16m succhietto 2 pezzi (tettarella in silicone)

silicone stripes and stars

€ 11,50

Passeggino Ohlalà 2

SILVER

€ 139,00

Tavolo Giardino Delle Parole

€ 69,90

Sullo stesso argomento