Cura e Benessere

Raffreddore: come liberare il nasino chiuso

Come liberare il nasino chiuso dei bambini garantendo una nanna tranquilla nonostante il raffreddore.

pulizia-nasino-chiuso

Le malattie da raffreddamento sono frequenti nei bambini, causate dagli sbalzi di temperatura o molto spesso come conseguenza dei virus con i quali il bambino entra in contatto nel chiuso degli ambienti scolastici.

Per attenuare i disagi del raffreddore nel bambino, è importante liberare il nasino dal muco in eccesso per garantire una regolare respirazione, una nanna tranquilla, un sereno approccio all'alimentazione.

Soluzione fisiologica e aspiratore nasale

I bimbi piccoli, si sa, non sanno soffiarsi il naso. E’ importante, quindi, aiutarli a liberare il nasino dal muco così che possano continuare a respirare bene, attaccandosi al seno o nutrendosi con il biberon senza difficoltà.

Per liberare il nasino dal muco, due sono gli alleati al quale nessun genitore può rinunciare: i flaconcini di soluzione fisiologica e gli aspiratori nasali.

La soluzione fisiologica delicata e rispettosa della mucosa nasale, ammorbidisce il muco e ne favorisce l’espulsione, mentre l’attento uso dell’aspiratore nasale aiuta delicatamente a liberare il nasino. L’aspiratore nasale è un oggetto molto personale: non lo scambiate con quello di altri bambini.

L’uso dell’aspiratore nasale, in particolare, eliminando il muco in eccesso che si accumula nel naso dei bambini, consente di prevenire l’insorgenza di patologie più gravi: i batteri e i virus presenti all’interno del muco, infatti, potrebbero facilmente spostarsi alle orecchie o alla gola provocando sinusiti, otiti e altre infezioni. Il nostro piccolo potrà così respirare con facilità e non rischierà qualche complicazione dovuta alla proliferazione di germi e batteri nelle vie respiratorie.

Aspirazione sì, ma senza forzatura

L’aspirazione del muco è un’azione non molto gradita ai bambini, soprattutto a quelli più grandi. E’ importante, quindi, cercare di prepararli all’operazione con calma e serenità, scegliendo un ambiente confortevole e una posizione rilassante. Se possibile, mai forzare o costringere fisicamente il bambino.

Ti potrebbe interessare

Sullo stesso argomento