In Attesa

Gravidanza: primi sintomi

I primi sintomi della gravidanza sono legati ai cambiamenti ormonali e sono spesso un fattore di protezione per la futura mamma

primi sintomi gravidanza

 

I sintomi di gravidanza sono variegati e soggettivi, che spaziano dalla sensibilità agli odori e sapori, ai crampi al basso ventre. Vediamo insieme alcuni tra i più comuni.

Quando compaiono i primi sintomi gravidanza?

Anche se il responso definitivo spetta al test, il ritardo del ciclo è il primo e più affidabile segno che una gestazione è in atto. Ma quando compaiono i primi sintomi di gravidanza? Alcuni subito dopo la fecondazione, per effetto del nuovo assetto ormonale: dopo l’impianto dell’ovulo le ghiandole mammarie per prepararsi all’allattamento crescono e compare una tensione al seno a volte dolorosa, aumenta l’irrorazione sanguigna, le mammelle si induriscono e i capezzoli diventano più sporgenti e di un colore più intenso.

 

Sensibilità agli odori e ai sapori: sono sintomi dell’inizio di una gravidanza

Dopo il concepimento molte donne diventano particolarmente sensibili agli odori. Questo fenomeno - detto iperosmia gravidica - è legato all’aumento degli estrogeni e rappresenta un meccanismo di protezione per la mamma e per il bambino. La percezione di sgradevolezza è uno dei sintomi di fecondazione avvenuta e serve per indicare alla mamma ambienti poco salubri e comportamenti non adeguati per la salute del nascituro. All’ipersensibilità dell’olfatto si associa spesso quella al gusto amaro e la percezione di sapore metallico in bocca, anche questi fenomeni protettivi indotti dall’aumento di estrogeni e progesterone. Inoltre nei primi giorni di gravidanza, l’ovulo fecondato va a impiantarsi nell’utero, e questo può dare luogo a sensazioni dolorose e crampi al basso ventre. Se i dolori sono particolarmente forti e proseguono per diversi giorni, però, è il caso di consultare il ginecologo.

 

Quali sono i sintomi dei primi giorni della gravidanza

Nausea e malessere mattutino sono segnali tipici della gravidanza, causati dalla gonadotropina corionica, ormone prodotto dall’embrione all’inizio della seconda settimana di sviluppo. Alcune donne sono più sensibili a questo ormone, altre meno: per questo motivo non tutte avvertono i tipici sintomi gravidici. Il primo periodo può essere accompagnato da stanchezza e a volte anche da un senso di vertigine, entrambi indotti da un abbassamento della pressione sanguigna.

 

Gonfiore e tensione al basso ventre: la pancia cresce

L’aumentata produzione di progesterone in gravidanza può causare stitichezza e sensazione di gonfiore all’addome. Con la crescita dell’utero si potrebbe inoltre verificare una tensione al basso ventre. Le mamme in attesa spesso avvertono una sensazione di strappo all’inguine. È dovuta a un allentamento dei legamenti causato dai cambiamenti ormonali in corso, segno che il corpo inizia ad adattarsi al pancione che verrà.

Sullo stesso argomento

TEMPI DI CONSEGNA
Consegna in 3 giorni lavorativi
SODDISFATTI O RIMBORSATI
Paghiamo noi le spese di consegna per ordini superiori ai €49,90. Se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile.
RACCOMANDATO
Il 95% dei clienti consiglierebbe l'acquisto sullo Shop Online.