Relax e Nanna

Sempre insieme, ma nella sdraietta

Nella sua sdraietta, il bambino inizia le sue prime sperimentazioni sensoriali, vicino alla mamma.

insieme-nella-sdraietta

La sdraietta è un alleato molto importante per la mamma, perché permette di avere sempre accanto a sé il bambino anche durante le attività domestiche. Stare sempre insieme alla mamma, seduto nella sua sdraietta, è altrettanto utile anche per il bambino.

In questo modo, infatti, il piccolo può sempre contare sugli stimoli positivi che provengono dallo scambio di sguardi e di sorrisi e dalle parole che la mamma gli rivolge. A questi stimoli il piccolo risponde con i primi semplici tentativi di comunicare.

Facilmente trasportabile

Un grande vantaggio della sdraietta è quello di essere facilmente trasportabile da una stanza all'altra, comoda e sicura, è ideale per tenere vicino il bimbo, fin dalle prime settimane.

Quando iniziare ad usare la sdraietta

La sdraietta può essere usata dalle prime settimane di vita. Se completamente reclinata, infatti, consente al neonato di mantenere la posizione sdraiata, mentre gli appositi riduttori rappresentano una garanzia di sicurezza e gli offrono un senso di protezione. Quando il bambino cresce la sdraietta può essere impostata sulla posizione semiseduta, offrendo al bambino un nuovo punto di osservazione dell'ambiente che lo circonda e accompagnando il veloce sviluppo dei sensi che caratterizza i primi mesi di vita.

Tanti stimoli, in un’unica seduta

Proprio per favorire le sue iniziali sperimentazioni sensoriali, la sdraietta si può dotare di giochi e accessori adatti a ogni fase della sua crescita. Per le prime settimane ci sono infatti le forme e i colori da osservare e l'ascolto di musiche e suoni, mentre dopo i tre/quattro mesi, quando il cucciolo sta iniziando a coordinare i movimenti delle mani e delle braccia, gli accessori pendenti dalla barra sovrastante sono perfetti per sue prime esperienze tattili.

Ti potrebbe interessare

Sullo stesso argomento