In Attesa

Cosa fare con test di gravidanza positivo

Le cose da fare subito e i consigli da seguire

TEST_POSITIVO

Dopo un test di gravidanza positivo, l’emozione è incredibile e si accompagna ad una serie di domande e dubbi: andrà tutto bene? Cosa devo fare? Da chi farmi seguire? Una volta accertata la gravidanza, ecco alcuni consigli per non farsi prendere dal panico e fare bene le cose con calma.

 

Scegliere da chi farsi seguire 

Dopo un test di gravidanza positivo prima di tutto è importante scegliere da chi farsi seguire. Se stai bene e non hai patologie, puoi scegliere di farti seguire dal tuo ginecologo di sempre, da un’ostetrica oppure di rivolgerti a un consultorio convenzionato con il SSN o all’ambulatorio ostetrico-ginecologico dell’ospedale in cui pensi andrai a partorire o di cui hai sentito parlare bene. In questi ultimi due casi potrai trovare assistenza gratuita, come sono gratis alcuni esami per la gravidanza per controllare il corretto andamento.

 

Assumere acido folico

Tra le cose da fare dopo un test di gravidanza positivo c’è sicuramente l’assunzione di acido folico. Si tratta di una vitamina che non si accumula nell’organismo ma deve essere continuamente assunta tramite l’alimentazione, introito che non sempre risulta adeguato con la sola dieta. In realtà sarebbe una buona abitudine iniziare ad assumere acido folico già prima del concepimento ma se non lo stai facendo è importante che tu inizi a farlo il prima possibile. L’acido folico è consigliato da tre mesi prima della gravidanza e per tutto il primo trimestre come prevenzione di anomalie congenite come la spina bifida.

 

Eliminare fumo e alcool

Alcune abitudini sono molto pericolose durante la gravidanza, tra queste sicuramente il fumo e l’alcool. Il fumo può comportare alcuni rischi, tra cui quello di aborto, di parto prematuro o basso peso alla nascita. Anche l’alcool che attraversa facilmente la placenta andrebbe evitato durante i nove mesi. È bene quindi smettere immediatamente quando si scopre di aspettare un bambino.

 

Assumere comportamenti anti-toxoplasmosi

Se non conosci ancora il tuo livello di immunità nei confronti della toxoplasmosi, è necessario adottare alcuni comportamenti alimentari come evitare di consumare carni crude, verdure non cotte e il contatto con le feci di animali, specialmente quelle del gatto. Nel corso della prima visita il ginecologo provvederà a prescrivere tra i vari esami anche il toxo-test, un’analisi del sangue che rileverà la presenza o meno di anticorpi contro il toxoplasma. Ti verrà prescritto anche l’analisi per la rosolia, l’HIV e il citomegalovirus.

 

Controllare l’assunzione di farmaci

Non tutti i farmaci sono compatibili con la gravidanza. Se stai assumendo farmaci è meglio consultare subito il tuo medico curante o uno specialista per capire se continuare, modificare o interrompere la cura. In linea generale è sempre bene consultare un ginecologo prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco.

 

Evitare sport intensi o pericolosi

Evitare sport intensi o a rischio di traumi come sci, equitazione, boxe. È consigliabile invece svolgere un’attività fisica moderata ideale per la gravidanza, utile sia per rafforzare la muscolatura di certe zone maggiormente sottoposte a sforzo durante i nove mesi sia per evitare il rischio di sovrappeso.

Sullo stesso argomento

TEMPI DI CONSEGNA
Consegna in 3 giorni lavorativi
SODDISFATTI O RIMBORSATI
Paghiamo noi le spese di consegna per ordini superiori ai €49,90. Se non sei soddisfatto, fare un reso è davvero facile.
RACCOMANDATO
Il 95% dei clienti consiglierebbe l'acquisto sullo Shop Online.